10/12/12

Gingerbread house tutorial


Quest'anno io e il mio bimbo grande abbiamo deciso di provare a fare una classica casetta di panpepato...quelle che fanno tanto pensare alle fiabe e a mondi magici!
Ho deciso di provare a farvi un tutorial, il lavoro è lungo soprattutto per i tempi di asciugatura della ghiaccia...ma il risultato vi darà grandi soddisfazioni! 

Per prima cosa, prepariamo il gingerbread "da costuzioni" (non ha agenti lievitanti proprio per evitare che in cottura cambi forma, quindi, anche se edibile....io vi sconsiglio di addentarlo, è duro come un sasso...e mooolto speziato!!).

GENGERBREAD per CASETTA

ingredienti:

550 gr di farina 
2 cucchiai di zenzero in polvere
4 cucchiaini di cannella
4 cucchiaini di chidi di garofano in polvere
1 uovo
200 g di zucchero
210 g di margarina
300 g di sciroppo d'acero (1 tazza) eventualmente sostituibile con melassa, miele o zucchero moscovado
 

Procedimento: 

Mescolare in una ciotola la farina con le spezie. A parte lavorare burro e zucchero finchè spumoso, aggiungere l'uovo e lo sciroppo d'acer. Unire il composto di farina e lavorare fino ad ottenere una pasta soda e compatta. 

Ora che abbiamo l'impasto, possiamo costruire la casetta. Io ho usato un template come questo  per ritagliare le sagome della casetta, facendo anche un buco e la porta su uno dei due lati principali. La nostra casetta è piuttosto grande (il lato corto ha una base di 20 cm di lato) ma sentitevi lib eri di adattarla alle vostre esigenze mantenendo le proporzioni.

Cuocete i pezzi in forno preriscaldato a 170° per circa 25-30 minuti (ma ovviamnete varia molto dalle dimensioni del pezzo. Controllate spesso la cottura, non devono bruciare ma devono pero' essere duri anche in forno. 

Una volta cotti i pezzi, non ci resta che decorarli! Prepariamo quindi la ghiccia, in una consistenza definita "stiff" vale a dire soda e stabile.

ROYAL ICING

500 g di zucchero a velo setacciato
70 g di albumi
5-6 goccie di limone

Procedimento:
Nel robot da cucina lavorare con le fruste per circa 5 minuti. Controllare la consistenza, con la spatola riunire il composto e montare per altri 3-4 minuti. La ghiccia deve risultare soda.

A questo punto, io penso di aver lavorato al contrario rispetto alla norma...ma visto che la quantità di caramelle che volevamo mettere era davvero importante, ho preferito decorare i singoli lati e falde del tetto con la ghiaccia e caramelle, lasciare asciugare e procedere al montaggio. 



Prendiamo quindi una bocchetta liscia sottile ed una a stella, riempiamo due sac a pochès con la ghiaccia e decoriamo i lati ed il tetto, facendo pochi disegni alla volta se vogliamo mettere anche le caramelle altrimenti la glassa tenderà ad asciugare in fretta. Decoriamo a piacimento e lasciamo asciugare completamente anche per tutta la notte. 

Una volta asciutti i pezzi, incolliamo i lati tra di loro con la ghiaccia (per conservarla, possiamo metterla in un contenitore coperta da uno strofinaccio umido, in frigo) appoggiandoli su di un vassoio ma senza incollarli alla base. Anche in questo caso, aspettiamo pazientemente che sia tutto molto molto asciutto.


Ora possiamo incollare anche il tetto, magari mettendo ai lati qualcosa che lo sostenga durante l'asciugatura. 
Una volta che la struttura è solida, possiamo trasferferire il tutto sul vassoio che vogliamo usare.
Mettiamo uno strato di ghiaccia sul vassoio, stendendola con un cucchiaio. Appoggiamo la casetta delicatamente e cominciamo a decorare i bordi del tetto e dei lati per nascondere le giunzioni con la sac a pochès. Allo stesso modo decoriamo il vassoio, facendo uno steccato di caramelle (noi abbiamo usato le fragoline e le caramelle Polo) e altre decorazioni. Facciamo asciugare per bene...
ed il vostro capolavoro è finito!!!!








 

4 commenti:

francy ha detto...

bellissima!!!e fantastico tutorial!

Anonimo ha detto...

domanda stupida:
ma poi uno che ci fa?
cioè rimane come decorazione per le feste di natale o il bello è nel farla e basta?
..o magari anche distruggerla (come coi castelli di sabbia)..
tua ammiratrice eterna e fedele
Bau

(quando verrai a trovarmi la farai pure a me, vero?)

Barbara le Torte di Applepie ha detto...

@bau: ahahah...in teoria potresti smangiucchiare tutte le caramelle poco alla volta! Io la tengo come centrotavola (da pigrissima che sono ho pensato addirittura di laccarla per tenerla per il prossimo anno!)e non la sta toccando nessuno (neanche la piccola Attila)...e forse il bello è vederla crescere, piu' che altro!

@francy: grazie cara!

Bea ha detto...

Ciao, complimenti per la tua casetta, è bellissima! Oggi mi è stato dato il riconoscimento Liebsner e ho deciso a mia volta di dartelo. Se passi sul mio blo lo puoi recuperare : http://torteebiscottidecorati.blogspot.it/2012/12/riconoscimento-liebster.html
A presto
Bea

Posta un commento

 

Blog Template by BloggerCandy.com