20/12/13

It's Christmas time...Panettone decorato!



Ci siamo! Manca pochissimo a Natale, ma sono ancora in tempo per farvi vedere questo panettone decorato...magari vi viene voglia di provarci! 

Ho usato un ottimo panettone di pasticceria come base, perchè l'estetica va bene ma il gusto non deve venire meno.  Ho abbinato delle mini cupcakes con agrifoglio e farcitura di ganache al cioccolato e dei cake ball rossi (che sono identici ai cake pops, solo senza stecchino) 
....un mini sweet table delle feste! 


Non mi resta che farvi i miei Auguri di Buone Feste, spero possiate passare questi giorni in serenità!

AUGURI!!!!!

Barbara

12/12/13

una festa Natalizia speciale

Solitamente nel mio blog, che poi è una finestra aperta sulla mia cucina, vi parlo di cibo -anzi, solo di dolci, ad essere sinceri!- , di tecniche, di idee. Oggi invece voglio parlarvi di questo luogo
Un posto magico che ho scoperto qualche sera fa grazie ad un'amica blogger, Arianna, che mi ha invitato a partecipare ad una cena in un ristorante di cui avevo già sentito parlare ma a cui non avevo mai dato particolare attenzione. Sbagliando, ovviamente.
Il fatto è che al Camp de Cent Pertigh non si va solo per mangiare dell'ottimo cibo: quello è buono e ricercato, ma è l'atmosfera che va al di là della semplice "bellezza": è un insieme di sapori, di profumi, di cordialità, di luci delicate e oggetti evocativi. 
E' stata una serata straordinaria. E lo dico perchè difficilmente mi è capitato di trovare un ambiente così intimo  e allo stesso tempo conviviale in cui sentirsi a proprio agio anche se non si conosce nessuno. Sentirsi a casa, per intenderci. 



Ogni angolo di questa cascina del 1600, ristrutturata in modo da conservare l'atmosfera originaria, è amorevolmente curato da Lorella, la "padrona di casa" ma soprattutto una perfetta maestra dell'arte del ricevere: centinaia di candele hanno illuminato questa bellissima struttura, le lunghe tavolate  addobbate con segni natalizi ma soprattutto con pezzi classici e unici che non stancano mai. 




Il cibo, che per me ovviamente ha un ruolo centrale in ogni cena che si rispetti, è stato un mix di tradizione lombarda e rivisitazioni perfettamente riuscito: crema cotta al parmigiano con foie gras, mini ricotte di bufala con confetture, i classici salumi brianzoli freschissimi, i pesciolini in carpione, il risotto al castelmagno....sono solo alcune delle delizie che abbiamo gustato. 


Ed alla fine deliziosi sweet table dall'atmosfera retrò





Sono rimasta particolarmente affascinata da una zona recentemente restaurata e cosi' intima e accogliente da essere usata per cene a due, o per un tè con le amiche davanti al camino


















Vi lascio con gli ultimi scatti di quella serata, che esprimono perfettamente 
l'essenza del Camp de Cent Pertigh





03/12/13

Torta Raffaello



Pochi giorni fa è stato il compleanno della piccolina di casa, la mia cucciola bionda di ormai tre anni!!! Ovviamente ha richiesto una torta iperfemminile...una torta Barbie, piena zeppa di rosa, lilla e fiori....e l'ha anche ricevuta per la festa con i suoi amichetti! Ma per la festa con i parenti ho voluto provare una torta meno decorata ma che fosse davvero ricca nel sapore...
mi è caduto l'occhio su una ricetta tratta dalla rivista tedesca SweetDreams (favolosa, un tripudio di immagini straordinarie) e devo dire che il risultato è stato apprezzato da tutti, anche perchè nonostante ci sia il cocco non risulta stucchevole. Vi lascio quindi alla ricetta (che ha anche il pregio di essere senza glutine, per chi fosse intollerante!)

Torta Raffaello 
per la base: 
150g di margarina (io ho usato il burro) a temperatura ambiente
150 g di zucchero
4 uova
100 g di farina di mandorle 
50 g di cocco secco grattugiato
80g di maizena
1 cucchiaino di lievito in polvere
1 pizzico di sale

Per la copertura e la farcitura:
6 fogli di gelatina  (12 g di quella Paneangeli)
200 g di cioccolato bianco fuso
150g di latte di cocco
700g di panna
50 g di cocco secco grattugiato
16 "Raffaello"Ferrero

Procedimento:
Nel mixer lavoriamo la margarina (o il burro) con lo zucchero fino ad ottenere una crema. Uniamo le uova una alla volta. Preriscaldiamo il forno a 180° (nel mio ho cotto a 170°, ma basatevi sulla cottura generica nel vostro forno) ed imburriamo ed infariniamo una teglia di 24 cm.
Uniamo al composto le mandorle, il cocco, la maizena, il lievito ed il sale. Versiamo nella tortiera e cuociamo per circa 50 minuti. Togliamo dal forno e lasciamo raffreddare completamente prima di tagliare a metà.

Prepariamo il ripieno/copertura: ammolliamo la gelatina in acqua per una decina di minuti, nel frattempo sciogliamo il cioccolato bianco con il latte di cocco a bagno maria (o microonde) e lasciamolo intiepidire. Uniamo la gelatina strizzata e mescoliamo fino a farla sciogliere completamente. Lasciamo raffreddare. 
A parte, montiamo 500g  panna ben soda ed uniamo delicatamente il composto di cioccolato. 
Posizioniamo il primo disco di base, mettiamo attorno un anello per torte e versiamo il composto , livellando bene. Copriamo con l'altra metà e facciamo riposare in frigo per un paio di ore. 
Una volta che la torta si è rassodata, togliamo dall'anello, montiamo la restante panna e distribuiamola sulla torta. Spolverizziamo di cocco grattugiato (io me ne sono dimenticata!) e posizioniamo i  cioccolatini intorno. 






 

Blog Template by BloggerCandy.com